Tributario

No al ricalcolo dei compensi per il curatore fallimentare

Ferruccio Bogetti e Nicola Ricciardi

Fonte: Il Sole 24 Ore La presunzione dei maggiori compensi professionali basata sull'applicazione degli studi di settore non vale per il commercialista che per la quasi totalità del proprio tempo svolge l'attività di curatore fallimentare e solo in via residuale quella di ragioniere. I compensi percepiti, infatti, non possono essere ritenuti significativi del tempo dedicato alle curatele perché riguardano attività svolte in più anni. Inoltre vengono liquidati alla chiusura delle procedure fallimentari a distanza anche di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?