Tributario

Imposta registro, le Entrate «salvano» mediazione, separazione e apporti a fondi

Angelo Busani

La legge riordina, riducendole, le agevolazioni sull'imposta di registro. Ma le Entrate salvano dalla stretta conciliazione, divorzio e separazione, nonché apporti a fondi. Chiarendo finalmente il significato dell'espressione contenuta nell'articolo 10, comma 4, del decreto legislativo 23/2011 («sono soppresse tutte le esenzioni e le agevolazioni tributarie»), la circolare delle Entrate 2/E del 21 febbraio 2014 permette così di fare il quadro definitivo delle fattispecie che attualmente hanno un trattamento migliore di quello «ordinario» e di quelle che, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?