I paletti del regolamento al «ruolo» dei conduttori

LA DOMANDA In un condominio, con impianti di riscaldamento e di condizionamento autonomi, ci sono tre condòmini residenti e cinque conduttori. Altri tre proprietari non vi risiedono. Il regolamento approvato dall'assemblea prevede l'assenza di rapporti diretti tra conduttori e condominio: in nessun caso i conduttori avranno il potere di impugnare i millesimi/delibere. Inoltre, l'assenza di parentela - espressamente indicata nella situazione di coniuge, figlio/a maggiorenne, fratello, sorella, padre, madre, usufruttuario e/o comproprietario del piano o porzione - preclude ai conduttori di sostituirsi al condomino-locatore. La riforma del condominio ha cambiato e/o sostituito i rapporti tra conduttori-condominio e condòmini-locatori?




Antonio DAMMACCO - BARI

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?