Va provato l'acquisto del vano sottoscala

LA DOMANDA Alcuni anni fa ho acquistato un appartamento con annesso piccolo sottoscala, privo di finestre, a uso cantina. Questo vano non è stato trascritto nel rogito notarile, poiché non risultava accatastato. Il sottoscala è posto nel vano scale comune a tutto il condominio ed è rimasto per oltre 20 anni di uso esclusivo del proprietario originale di tutto il complesso, che è colui che l'ha edificato. Successivamente all'edificazione del vano scale, sono state vendute le singole unità immobiliari, ma il proprietario si è riservato il vano, cedendolo a compendio dell'ultimo appartamento venduto. La cosa mi preoccupa non poco, visto che sono in contenzioso per altri motivi con un condomino e temo che, in mancanza di titoli che dimostrino in modo inequivocabile la proprietà del sottoscala, ci possano essere problemi. Paradossalmente, si può ritenere che il sottoscala sia rimasto del proprietario originale? Come risolvere altrimenti il problema?




M. C. - NOVARA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?