Dovute la copia e la visione del registro anagrafico

LA DOMANDA In relazione alla risposta al quesito 1007, pubblicato sull'Esperto risponde del 24 marzo 2014, dal titolo " Non c'è obbligo di consegna del registro anagrafico", nella quale si afferma che non c'è alcuna norma che obbliga l'amministratore a fornire il registro di anagrafe condominiale al condomino che lo richiede, faccio osservare che la legge 220/2012, di riforma del condominio, all'articolo 9, che modifica l'articolo 1129 del Codice civile, dispone tra l'altro che"contestualmente all'accettazione della nomina... l'amministratore comunica... il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata". Si ritiene, pertanto,che ogni condomino possa ottenere copia del registro dell'anagrafe indicato al n. 6 dell'articolo 1130. Ciò risponde anche all'esigenza di rendere noti i dati anagrafici degli altri comproprietari, titolari di diritti sulle parti comuni dell'edificio.




ELIO DI PRAZZA - PALERMO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?