Non basta la maggioranza dei soli millesimi

LA DOMANDA Nella rituale assemblea annuale, alla presenza di sei proprietari su sette, una spesa per lavori di manutenzione ordinaria è stata accettata da tutti, subordinandola però alla visione di tre preventivi da richiedere. L'imprevisto è scaturito dal fatto che tre condòmini (con la maggioranza dei millesimi) hanno sottoscritto un preventivo, mentre gli altri tre ne hanno sottoscritto un altro. L'amministratore ritiene di dover indire un'altra assemblea, non essendoci la maggioranza delle "teste". Ritengo ingiustificata tale decisione, perché non modificherebbe nulla. A parità di teste, e per effetto della doppia maggioranza, non dovrebbe prevalere, tra i preventivi sottoscritti, il voto dei tre condòmini con la maggioranza dei millesimi?




L. T. - BUSTO ARSIZIO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?