La tolleranza dei vicini per il pianto del neonato

LA DOMANDA Ho un figlio di 20 mesi. Il piccolo, per motivi che nessun pediatra ha spiegato, piange tutte le notti, urlando a squarciagola. Alcuni vicini si sono lamentati nonostante mi sia sempre scusato per questi pianti. A livello legale, possono fare qualcosa? Rivolgersi all'amministratore oppure a un tribunale?




M. S. - MILANO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?