Post-sisma, interventi in linea con i piani

LA DOMANDA A causa del sisma avvenuto in Emilia nel maggio 2012, il mio capannone è stato dichiarato inagibile dai tecnici del Comune nei giorni immediatamente successivi all'evento calamitoso. Abbiamo deciso di demolire il voluminoso fabbricato per motivi di varia natura. Sono previsti contributi o finanziamenti agevolati per le demolizioni in tali circostanze, o solo per le ricostruzioni e ripristini a norma di legge? Il Comune ci ha comunicato che, a seguito della demolizione, l'unica tipologia di immobile che potrà essere costruita sul medesimo terreno è quella del fabbricato industriale ai sensi del piano regolatore. Questa impostazione è corretta o abbiamo la possibilità di edificare, su tale sedime, abitazioni di tipo civile? Se, invece, il terreno rimarrà deserto, sarà considerato formalmente terreno edificabile?




G. B. - BOMPORTO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?