Calore: il contakilowatt a carico di chi si distacca

LA DOMANDA In un condominio di 5 unità abitative (tutti proprietari), senza amministratore, si è resa necessaria la sostituzione della caldaia condominiale perchè malandata. Due condomini hanno deciso di staccarsi (distacco avvenuto prima del 18 giugno 2013); gli altri tre hanno provveduto ad installare nei locali della centrale termica una nuova caldaia centralizzata, dimensionata ai tre appartamenti rimasti. Tutte le spese di installazione e manutenzione e adeguamento della caldaia sono state sostenute dai tre condomini. Si è resa necessaria l'installazione di un contakilowatt per separare il consumo elettrico della caldaia centralizzata e delle pompe (di competenza ai tre condomini) dal consumo della luce scale (di competenza a tutti e cinque), in quanto il contatore condominiale è unico. Come va ripartita la spesa del contakilowatt tra i condomini?




E. C. - STRA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?