Se l'accettazione tacita deve essere reiterata

LA DOMANDA Ho ereditato anni fa tre case: una nella regione A e due nella regione B. Ho venduto quella nella regione A e provveduto alla accettazione tacita di eredità e sua trascrizione. Ora ne vendo una nella regione B e il notaio mi obbliga a rifare l'accettazione tacita con relativa trascrizione e nuovo pagamento: è giusto? Dovrò rifarla anche quando venderò l'ultima casa? Ma l'accettazione non è valida in tutta Italia e per tutti i beni ereditati?




Angela FABBIANI - VIAREGGIO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?