Lottizzazione scaduta: no al pagamento bis di oneri

LA DOMANDA Ho acquistato da una società l'ultimo lotto edificabile di un Pec (piano esecutivo convenzionato) scaduto (sono trascorsi più di dieci anni). La società venditrice ha realizzato a suo tempo opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri di urbanizzazione primaria, in quantità sufficiente a soddisfare i costi di tutti i lotti compresi nel Pec, anche di quello da me acquistato. Ora il Comune richiede il pagamento di tali oneri, sostenendo che con il Pec scaduto non è possibile scomputare le opere a suo tempo realizzate. Così incasserebbe di fatto due volte gli oneri: è possibile?




Elio BESSONE - SALUZZO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?