Non esiste una «regola del risparmio»

LA DOMANDA In assemblea si affronta l'argomento di lavori straordinari, per i quali è necessario avere un progetto redatto da un ingegnere. Due ingegneri presentano in busta chiusa il loro preventivo. Il primo chiede 1.800 euro, il secondo ne chiede 4.400. Il primo ingegnere non riscuote la fiducia della maggioranza dei presenti (433 millesimi), mentre vota a suo favore una minoranza che rappresenta 190 millesimi. La maggioranza vuole affidarsi all'ingegnere che ha chiesto la cifra più alta, essendo questi considerato più affidabile. La minoranza dichiara che ciò non è possibile, in quanto, per procedere in controtendenza rispetto alla regola del risparmio, occorrerebbe una maggioranza di 501 millesimi. vero?




Ernesto FRANCIOSO - TARANTO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?