Amministratore, possibile la revoca giudiziale

LA DOMANDA Quale azione è ipotizzabile nei confronti di amministratore che, più volte sollecitato per intervenire a tutela di interessi comuni condominiali nel rispetto del regolamento condominiale contrattuale, reagisce - senza tener conto della solidarietà esistente tra nudo proprietario e usufruttuario - diffidando l'usufruttuario a "non interferire indebitamente nelle questioni condominiali", anche se la Cassazione ha chiarito in più occasioni che ciascun condomino (nudo proprietario o usufruttuario che sia) ha diritto di sollecitare - anche nell'interesse generale di tutti - qualsiasi tipo di intervento secondo norme del regolamento condominiale e del Codice civile?




M. B. - IMPERIA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?