Si revoca l'amministratore che non indice l'assemblea

LA DOMANDA Il 17 agosto scorso, il rendiconto chiuso al 30 giugno non veniva approvato per i troppi errori di ripartizione delle spese, in contrasto con quanto stabilito dal regolamento contrattuale. In assemblea veniva chiesto di fare le opportune rettifiche e di indire un'assemblea per l'approvazione. Dopo tre mesi di silenzio, i consiglieri chiedevano di convocare l'assemblea, indetta per il 30 dicembre: assemblea non valida per mancata partecipazione dei condomini. stata comunque redatta una relazione su quanto esposto dai pochi presenti, con invito all'amministratore a fornire gli indirizzi degli assenti per l'invio della relazione stessa. L'amministratore si è opposto invocando la privacy. Gli è stato chiesto di provvedere lui stesso all'invio a tutti i condomini. A oggi non ha provveduto. Come dobbiamocomportarci? Dobbiamo invitare l'amministratore ad indire un'assemblea (ordinaria o straordinaria?) e in quella sede è sufficiente 1/3 di condomini e di millesimi per non confermare l'amministratore?




L. G. - SETTIMO MILANESE

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?