Se l'erede vuole liberarsi della quota di proprietà

LA DOMANDA Un immobile comprende due appartamenti; quello al primo piano è stato donato dalla zia, vedova senza figli, ad un nipote; l'appartemento al secondo piano appartiene a otto eredi (nipoti) tra cui anche il nipote proprietario unico del primo piano. Ho intenzione di donare la mia quota dell'allogio del secondo piano al proprietario del primo piano. Se il beneficiario non dovesse accettare la donazione, considerato che voglio uscire dall'eredità, che cosa posso fare (esclusa la vendita, trattandosi di 1/8 di proprietà)? Posso rifiutarmi di partecipare ad eventuali spese di rifacimento del tetto, tenuto conto che gli altri comproprietari non vogliono sostenere alcun esborso e non vogliono donare la loro quota?




G. S. - TREVISO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?