Parte comune da scegliere per la centrale termica

LA DOMANDA L'assemblea del supercondominio (sei palazzine indipendenti) ha deliberato che l'impianto centralizzato venga chiuso e che ogni palazzina si doti di impianto autonomo. Le sei unità non hanno un locale destinato a centrale termica: devono deliberare il cambio di destinazione di una parte comune per installare la nuova centrale termica? Se uno dei proprietari decide di non utilizzare il nuovo impianto di riscaldamento che dovrà essere installato nella palazzina dove abita (in quanto intende installarne uno autonomo), deve partecipare alle spese di costruzione e mantenimento del nuovo impianto centralizzato, di cui fruiranno le altre unità?




Angelo BOSSI - PAVIA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?