Opere mobili ed eventuali violazioni del decoro

LA DOMANDA Sono proprietaria di un appartamento al pian terreno, con una taverna nella quale, in fase di costruzione, è stata creata una canna fumaria per la collocazione di un caminetto. Quest'anno, fruendo delle norme sul risparmio energetico, ho installato un termocamino. Il consumo di legna è stimato in 30 quintali per l'inverno (la consegna della legna è fatta in tre tranche). L'appartamento ha un giardino con diritto di uso esclusivo, dove ho installato un manufatto mobile (di centimetri 180 di altezza, 320 di larhezza e 120 di profondità), composto da quattro pertiche in legno per il tetto e quattro sostegni laterali, che non creano cubatura. Nel periodo invernale il manufatto viene coperto con un telo impermeabile, fatto su misura, sotto cui viene riposta la legna, per evitare che si bagni e diventi inutilizzabile. Nel periodo estivo la copertura viene rimossa. Il condominio mi chiede, per ragioni legate all'estetica, la rimozione del manufatto. Mi posso opporre, in considerazione del fatto, che mancandomi la legna, non potrei più usare il camino?




M. R. - SUSEGANA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?