Il box staccato ex lege non paga la nuova caldaia

LA DOMANDA Posseggo solo un box in un condominio di Milano, e quest'anno, a seguito della normativa regionale, esso è stato distaccato l'impianto di riscaldamento. Poiché ora il condominio deve sostituire la caldaia, l'amministratore ha detto che anche io devo partecipare alla spesa, in quanto spesa straordinaria. Io non sono d'accordo, perché il distacco è avvenuto per un obbligo di legge e non potevo fare diversamente. L'amministratore replica che, se in futuro cambiasse la legge, io potrò riallacciarmi, ma io obietto che se ciò, molto improbabilmente, avvenisse, solo allora dovrei partecipare alle spese sostenute dal condominio. Chi ha ragione? C'è una normativa in materia?




Silvana CALDINI - MILANO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?