Il condominio si sdoppia a maggioranza

LA DOMANDA Un condominio è costituito da due corpi di fabbrica, aventi in comune il cortile per accedere ai fabbricati e l'impianto centralizzato di riscaldamento. L'amministratore, constatato che il condominio si avvale di un regolamento assembleare, e considerate la scarsa partecipazione alle assemblee e la difficoltà per raggiungere il numero legale, propone di dividere amministrativamente i due fabbricati. Questo permetterebbe di convocare alle assemblee solo i condòmini del fabbricato interessato ai lavori, mentre per i soli lavori di manutenzione alle parti comuni verrebbero convocati i condòmini di entrambi i fabbricati. Tale orientamento è condiviso da numerosi condomini. Ma rientra nei poteri dell'assemblea deliberare, e con quale percentuale di presenti? I due terzi o il 50% dei partecipanti al condominio?




Ferrara ALBERICO - BENEVENTO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?