La «rinuncia» della madre a favore del figlio

LA DOMANDA Avrei deciso di rinunciare all'eredità di mio padre che è morto lasciando una casa di proprietà esclusiva, senza mutuo. Vorrei infatti che in questo modo ereditasse mio figlio di 22 anni (unico nipote di mio padre), cui avrei comunque donato la casa successivamente. Preciso che io sono l'unica figlia di mio padre, che era vedovo. Inoltre, in vita egli ha fatto testamento olografo nominando mio figlio suo unico erede universale. possibile che con la mia rinuncia sia solo mio figlio a ereditare la casa, oppure gli zii e i primi cugini di mio padre, suoi unici altri parenti, possono vantare diritti in caso di mia rinuncia?




S. V. - SAN GIORGIO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?