Annullabili le delibere prive del quorum richiesto

LA DOMANDA In occasione dell'ultima assemblea di condominio - convocata con una unica raccomandata tanto per la prima che per la seconda convocazione - l'ordine del giorno prevedeva, tra l'altro, la nomina dell'amministratore. Quello uscente ha considerato la sola maggioranza dei millesimi presenti per la valida costituzione dell'assemblea, acquisendo i pareri favorevoli o contrari alle proposte contenute nell'ordine del giorno unicamente su questa base. A mio parere, una cosa è la valida costituzione dell'assemblea (metà dei condomini aventi diritto e presenti) e un'altra è la validità deliberativa dell'assemblea stessa (metà o un terzo dei millesimi), per tacere del fatto che alcuni condòmini presenti sono usciti a metà dell'assemblea, lasciando la delega ai presenti quando essi stessi erano già delegati. Alla luce di quanto ho descritto, le delibere assunte sono annullabili?




A. G. - MORTEGLIANO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?