Vincolante la decisione dell'assemblea

LA DOMANDA Faccio parte di un condominio costituito da cinque proprietari, tra cui una società immobiliare. Quest'ultima ha preteso e voluto un amministratore. In virtù delle norme introdotte dalla riforma del condominio (legge 220/2012, entrata in vigore il 18 guiugno 2013), l'opera di un amministratore non è obbligatoria. Pertanto mi rifiuto di versare la quota addebbitatami. L'amministrazione di un così ridotto condominio può essere assegnata a turno ai singoli proprietari?




M. D. - URBINO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?