Regione lazio, i criteri di superamento dei limiti

LA DOMANDA Avvalendomi del condono edilizio 2004, recepito dalla Regione Lazio con legge 12/2004, ho ampliato una villa; l'ampliamento non supera i 200 metri cubi, ma supera il 20% della cubatura preesistente. Il Comune interpreta la legge in maniera restrittiva, affermando che non dev'essere superato nessuno dei due limiti, peraltro fissati dalla legge "in alternativa". Ho visto che varie Regioni consentono invece il superamento,in alternativa, di uno dei limiti. Qual è l'interpretazione corretta?




Orlando BOMBETTI - ROMA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?