Il gestore risarcisce il furto in palestra

LA DOMANDA Ho subìto un furto in palestra. Dall'armadietto - regolarmente chiuso e ritrovato senza segni di effrazione - sono spariti il telefonino e i solidi contenuti nel portafogli. Ho denunciato il fatto ai carabinieri, che sono intervenuti sul posto. Successivamente, ho chiesto il rimborso del danno a norma degli articoli 1783 e seguenti del Codice civile. I gestori della palestra mi hanno risposto che,essendo il mio un contratto/abbonamento gratuito di un mese, cedutomi da un'amica titolare effettiva a pagamento, non ho diritto ad alcun rimborso. È possibile?Faccio presente che, fra l'altro, ho comunque pagato l'ingresso di 12 euro (10 per il rilascio del badge e due per la ricarica da utilizzare per i servizi. Secondo me, in questo modo c'è un "canone utilizzo servizi" che si configura come il "prezzo di locazione" per l'attività in palestra. Come tale, l'indennizzo dovrebbe essere pari a cento volte questa somma. Desidererei avere una conferma per poi adire una causa civile.




F. B. - SPIRANO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?