Il condominio sorge anche senza notaio

LA DOMANDA Faccio parte della maggioranza dei condòmini di uno stabile composto da oltre 10 unità immobiliari, dove non è mai stato costituito il condominio. Ora tutti noi, eccetto un condomino titolare di circa 120/1000 dello stabile, intendono costituire il condominio e depositare il relativo regolamento con le tabelle millesimali, mai finora predisposto. Il notaio incaricato ha chiesto la presenza e l’assenso di tutti i proprietari delle varie unità che compongono lo stabile, ma il condòmino dissenziente si oppone a tale deposito, paralizzando di fatto il condominio. La recente legge di riforma ha introdotto il principio della maggioranza qualificata (4/5) per la modifica del regolamento. Tale maggioranza può provvedere anche alla costituzione del condominio con annesso deposito iniziale del regolamento stesso? È corretto il rifiuto del notaio? Esiste un'altra procedura?




M. S. - ROMA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?