Condizioni per la bonifica di materiali in amianto

LA DOMANDA Sono titolare di una modesta azienda agricola, in relazione alla quale ho stipulato un contratto di somministrazione di acque irrigue. Al riguardo, ho chiesto più volte, per iscritto, alla ditta somministratrice di provvedere alla sostituzione delle tubature all'interno delle quali scorre l'acqua, in quanto queste ultime sono state fabbricate in eternit. Come è noto, l'uso di tale materiale è ormai vietato dalla normativa europea e nazionale, poiché è altamente nocivo per la salute, per via delle fibre di amianto. La somministrante non ha mai risposto per iscritto; tuttavia mi è stato comunicato verbalmente che non vi sarebbe alcun obbligo di provvedere alla sostituzione.È davvero così, oppure l'ordinamento prevede azioni a mia tutela?




I. B. - GIARRE

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?