Comunitario e internazionale

Dividendi, onere della prova condiviso

di Giacomo Albano

È contraria ai principi comunitari una normativa tributaria nazionale che subordina l’applicazione della direttiva madre-figlia - nelle ipotesi in cui la società madre Ue sia controllata direttamente o indirettamente soggetti residenti in Stati terzi – alla condizione che si dimostri che la catena di partecipazioni non abbia come fine principale quello di conseguire un vantaggio fiscale. È quanto stabilito dalla sentenza della Corte di giustizia Ue emessa ieri nella causa C-6/16 (Equim Sas ed Enka Sa), che ha analizzato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?