Comunitario e internazionale

Immatricolazioni vietate per le auto già registrate in altri Paesi dell’Unione

di Marina Castellaneta

La doppia immatricolazione imposta a un cittadino Ue che ha già proceduto a registrare l’automobile in un Paese membro, e che risiede in un altro Stato dell’Unione europea, è contraria alla libera circolazione dei lavoratori. La Corte di giustizia del Lussemburgo, con lasentenza del 31 maggio (C-420/15), interviene per ridurre gli oneri amministrativi dei cittadini dell’Unione che circolano liberamente – come previsto dal Trattato Ue – nello spazio europeo. La questione - È stato il Tribunale di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?