Comunitario e internazionale

Rapporto Cedu 2016: per l’Italia meno cause a difesa dei diritti dell’Uomo

di Patrizia Maciocchi

L’Italia esce della “top five” degli Stati col maggior numero di casi pendenti davanti alla Corte europea dei diritti dell’Uomo. Con 6.180 richieste, pari al 7,8% dei casi pendenti, l’Italia è sesta nella classifica degli Stati meno virtuosi nel rispetto della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Nel 2015 era quarta, con 7.567 ricorsi, pari all’11,69% del totale. Diminuisce anche il numero delle sentenze che riguardano l’Italia: nel 2015 erano 24, (20 condanne) mentre nel ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?