Comunitario e internazionale

Cgue: conclusioni, per protesi mammarie difettose responsabili enti certificatori

Francesco Machina Grifeo

Per l'avvocato generale della Corte Ue (causa C-219/15), gli organismi che controllano il sistema di qualità dei fabbricanti di dispositivi medici possono essere responsabili nei confronti dei pazienti per inadempimento dei loro obblighi derivanti dalle norme dell'Unione europea in materia di sicurezza dei prodotti. Se un siffatto organismo, prosegue l'avvocato Sharpston, è messo a conoscenza del fatto che un dispositivo medico può essere difettoso, è tenuto ad adottare tutte le misure necessarie al fine di stabilire se la certificazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?