Comunitario e internazionale

Cgue, no ai contratti a termine per esigenze permanenti

Francesco Machina Grifeo

La Corte Ue ribadisce che il ricorso ad una successione di contratti a tempo determinato per soddisfare esigenze permanenti, in questo caso nell'ambito dei servizi sanitari spagnoli, è contrario al diritto dell'Unione. La sentenza 14 settembre 2016, Causa C-16/15, spiega infatti che l'utilizzo di contratti a termine può essere giustificato solo dalla necessità di far fronte ad esigenze provvisorie. Il caso era quello di una infermiera dell'ospedale universitario di Madrid assunta dal 5 febbraio al 31 luglio 2009 per ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?