Comunitario e internazionale

Concessione gioco d'azzardo, legittima la norma italiana della doppia attestazione bancaria

Francesco Machina Grifeo

È legittima la normativa italiana laddove, per comprovarne la capacità economico-finanziaria, obbliga chi richiede una concessione per l'esercizio di giochi e scommesse a presentare una doppia attestazione bancaria. La ha stabilito la Corte Ue, sentenza 8 settembre 2016, Causa C-225/15 chiarendo che per quanto una simile previsione possa minare il principio della «libertà di stabilimento», essa trova comunque giustificazione nella «delicatezza» del settore che richiede misure specifiche per precludere ingerenze della criminalità. La vicenda prende le mosse dall'accusa ai ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?