Comunitario e internazionale

Parlamento Ue: «Il Privacy Shield è da migliorare»

di Alessandro Galimberti

Proseguire le negoziazioni con gli Stati Uniti per porre rimedio alle carenze del «Privacy Shield», la proposta di protezione dei dati personali dei cittadini dell’Ue trasferiti negli Stati Uniti per scopi commerciali. È l’invito del Parlamento europeo alla Commissione, risoluzione approvata con 501 voti favorevoli, 119 contrari e 31 astensioni. I punti da approfondire, nell’ottica di una maggior tutela dei cittadini europei (dopo la sentenza C-362/14 del 6 ottobre scorso che bocciò Safe Harbor) sono: l’accesso delle ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?