Comunitario e internazionale

L’interesse pubblico alla notizia «vince» sulla privacy

di Marina Castellaneta

Il diritto alla reputazione cede il passo alla libertà di stampa se la notizia pubblicata è vera e di interesse generale. E questo anche quando l’articolo ha al centro lo stato di salute di una persona, dipendente pubblico che ha meno tutele in materia di privacy rispetto a un privato cittadino. È la Corte europea dei diritti dell’uomo a stabilirlo, con la sentenza depositata il 17 maggio nel caso Fürst-Pfeifer contro Austria (ricorsi n. 33677/10 e n. 52340/10) ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?