Comunitario e internazionale

Vietata la severità maggiore del Ccnl

di Mauro Pizzin

È illegittimo il licenziamento disciplinare se l’illecito commesso non rientra fra quelli per cui è previsto il recesso. Il principio è stato ribadito dalla Cassazione nella sentenza 6165/16, depositata ieri, in merito al ricorso del dipendente di una cooperativa calabrese, licenziato per essersi recato durante un periodo di malattia presso la sede sociale allo scopo di rivendicare alcune spettanze economiche, pronunciando anche nei confronti del presidente della stessa «alcune espressioni sconvenienti e minacciose nel dialetto locale». Il ricorso del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?