Comunitario e internazionale

Wi-Fi libero, il commerciante non risponde di violazioni occasionali del diritto d'autore

Francesco Machina Grifeo

Il gestore di un negozio, di un bar o di un albergo che offra gratuitamente al pubblico una rete Wi-Fi non può essere ritenuto responsabile delle violazioni dei diritti d'autore commesse dall'utente. Lo scrive l'avvocato generale della Corte Ue nella conclusioni della causa C-484/14aggiungendo che non è possibile imporgli la disattivazione della connessione Internet, né la sua protezione mediante una password o ancora sottoporre le comunicazioni ad un esame generalizzato. Nei confronti del gestore può essere invece pronunciata un'ingiunzione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?