Comunitario e internazionale

Mutui in valuta estera, consumatori senza protezione per i rischi di cambio

Francesco Machina Grifeo

Le operazioni di cambio nell'ambito di taluni tipi di mutui in valuta estera non costituiscono servizi di investimento e dunque non sono soggette alle norme di diritto dell'Unione relative alla protezione degli investitori. Lo ha stabilito la Corte Ue, con la sentenza 3 dicembre 2015, nella causa C-312/14 , affrontando la questione posta da due coniugi ungheresi che avevano stipulato un contratto di credito al consumo per l'acquisto di un'automobile. Per ottenere un tasso d'interesse più favorevole rispetto a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?