Comunitario e internazionale

Opposizione, lo Stato può imporre la lingua

di Marina Castellaneta

Non è contraria al diritto Ue la normativa interna in base alla quale l’opposizione a un decreto penale di condanna può essere presentata unicamente nella lingua utilizzata nel procedimento. E questo anche se il destinatario non la padroneggia. È la Corte di giustizia Ue a stabilirlo con la sentenza del 15 ottobre (C-216/14 ). La questione è stata sollevata dai giudici tedeschi per chiarimenti sulla direttiva 2010/64/Ue sul diritto all’interpretazione e la traduzione nei procedimenti penali, recepita in ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?