Comunitario e internazionale

Sì al carcere per i clandestini recidivi, promossa la legge italiana

Francesco Machina Grifeo

In coincidenza con lo sgombero, dopo tre mesi di occupazione, dell'accampamento dei “No Border” nella zona Ventimiglia di fronte all'ex barriera doganale con la Francia, i giudici europei tornano ad occuparsi di immigrazione clandestina. Con la sentenza 1° ottobre 2015, Causa C-290/14, la Corte Ue , infatti, ha stabilito che non è contraria alla cosiddetta “direttiva rimpatri”, la normativa italiana che prevede il carcere per l'immigrato irregolare che dopo essere stato espulso rientri clandestinamente. Il caso - La ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?