Comunitario e internazionale

Sì a prestazioni differenziate per cittadini Ue in cerca di lavoro

Francesco Machina Grifeo

Il principio della “parità di trattamento” tra cittadini europei si carica di un ulteriore distinguo. Con una decisione del novembre scorso (C-333/13), la Corte di giustizia aveva già chiarito che chi si sposta da uno Stato membro all'altro senza la volontà di trovarvi un impiego può essere escluso da determinate prestazioni sociali. Con la sentenza di oggi (15 settembre 2015 Causa C-67/14) , i giudici di Lussemburgo, affrontando un caso tedesco, hanno completato il quadro aggiungendo che l'esclusione è ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?