Comunitario e internazionale

Non registrabili come marchio Ue i prodotti targati Skype, rischio confusione con Sky

Francesco Machina Grifeo

Il Tribunale Ue conferma il rischio di confusione «visiva, fonetica e concettuale» tra le denominazioni «SKYPE» e «SKY» con riferimento alle apparecchiature elettroniche vendute dalle due multinazionali. Respinti dunque, cause T-423/12, T-183/13 e T-184/13 , i ricorsi presentati dal gruppo di telecomunicazioni via internet, Skype (di proprietà di Microsoft), contro il diniego di registrazione del marchio comunitario da parte dell'Uami (Ufficio europeo per i marchi aziendali). Nel 2004 e nel 2005 la società Skype aveva chiesto di registrare i ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?