Comunitario e internazionale

Assicurazione vita, gli Stati membri possono imporre maggiori informazioni alle compagnie

La Corte Ue torna ad affrontare la spinosa questione del ramo «vita» delle assicurazioni. Dopo aver chiesto nei giorni scorsi (Causa C-96/14) maggiore trasparenza nelle polizze offerte a copertura dei mutui per il caso di morte o infortunio del contraente, i giudici di Lussemburgo, con la sentenza C-51/13 del 29 aprile , chiariscono che gli Stati membri possono imporre alle imprese di assicurazione di comunicare ai clienti informazioni ulteriori rispetto a quelle elencate nella direttiva comunitaria. Purché però siano ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?