Comunitario e internazionale

Corte Ue, conta lo Stato dove vivono i figli

di Marina Castellaneta

Nel groviglio per l’individuazione del giudice competente nelle separazioni transfrontaliere interviene l’Avvocato generale della Corte di giustizia Ue: nelle conclusioni depositate ieri (causa C-184/14), ha fornito una soluzione funzionale a privilegiare, su tutto, l’interesse superiore del minore. Per garantirlo, la competenza va determinata in base al luogo di residenza abituale dei figli. La vicenda, sollevata dalla Cassazione, riguarda una coppia di cittadini italiani, con due figli, residenti a Londra. Il marito si era rivolto al Tribunale di Milano per ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?