Comunitario e internazionale

Corte Ue, legittimo richiedere gli effetti collaterali di un farmaco

di Marina Castellaneta

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il diritto dell'Unione europea non blocca l'accesso alle informazioni sugli effetti collaterali di un farmaco richiesti dal consumatore al produttore perché non incide sulla ripartizione dell'onere della prova che grava sul danneggiato. Lo ha precisato la Corte di giustizia Ue chiamata a interpretare la direttiva 85/374/Cee sulla responsabilità per danno da prodotti difettosi, recepita in Italia con Dlgs 2 febbraio 2001 n. 25. Nella sentenza depositata ieri (causa C-310/13, Novo Pharma), gli eurogiudici sono stati investiti di un ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?