Comunitario e internazionale

Sì al rimborso delle cure all'estero se le strutture nazionali non sono tempestive

Anche la mancanza di materiali medici di prima necessità autorizza il cittadino comunitario a chiedere il rimborso della spese mediche sostenute all'estero. La condizione è che nel proprio paese l'assicurato non avrebbe ottenuto le cure richieste in tempi ragionevoli. E tale valutazione va fatta con riguardo al complesso degli istituti ospedalieri idonei nello Stato membro di residenza. Lo ha stabilito la Corte Ue, con la sentenza 9 ottobre 2014, Causa C-268/13 . La normativa - Secondo il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?