Comunitario e internazionale

Ammessa la procedura di insolvenza comunitaria anche se ne è pendente una nazionale

di Marina Castellaneta

Una società creditrice può avviare una procedura secondaria d'insolvenza transfrontaliera anche dinanzi ai giudici dello Stato membro in cui ha la sede legale la società già sottoposta a liquidazione. E questo anche quando l'azione principale è già iniziata dinanzi ai giudici dello Stato membro in cui vi è il centro degli interessi principale del debitore. Lo ha chiarito la Corte di giustizia dell'Unione europea con la sentenza del 4 settembre (causa C-327/13, Burgo). Al centro della pronuncia ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?