Comunitario e internazionale

No alla parodia se contiene un messaggio discriminatorio

Francesco Machina Grifeo

Non ogni parodia è lecita. Infatti, non può essere considerato "caricaturale", e dunque viola il diritto d'autore, l'utilizzo dell'opera altrui in funzione discriminatoria. In un simile caso l'autore, o gli aventi diritto, possono chiedere che non valga l'eccezione prevista dalla direttiva 2001/29/CE in cui si prevede che gli Stati membri possano consentire che un'opera sia utilizzata, senza il consenso del suo autore, a scopo di caricatura, parodia o pastiche. Lo ha stabilito la Corte Ue, con la sentenza 3 ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?