Civile

Senza consenso informato al paziente spetta sempre il danno non patrimoniale

Giampaolo Piagnerelli

In caso di intervento chirurgico non andato a buon fine, il paziente che lamenta l'assenza di consenso informato, è tenuto a fornire la prova che, ove fosse stato correttamente informato dei rischi e delle complicazioni dell'intervento, non si sarebbe fatto operare. Al paziente, però, nonostante la mancanza di prova va riconosciuto in via automatica il danno non patrimoniale da mancata richiesta e quindi di impossibilità di autodeterminarsi. Questo il principio espresso dalla Cassazione con la sentenza n. 11749/18. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?