Civile

Se c’è fallimento vale il momento della conoscenza

di Antonino Porracciolo

Il termine per la riassunzione del processo dopo la dichiarazione di fallimento decorre, per il curatore fallimentare, dal momento in cui questi ha conoscenza “legale” del giudizio su cui opera l’interruzione. Lo afferma il Tribunale di Reggio Emilia (giudice Morlini) con la sentenza 903\2017. La controversia è stata promossa da una Srl per ottenere la condanna di una cooperativa al risarcimento dei danni causati da una fornitura di prodotti non conforme a quella commissionata. La Srl era fallita nel ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?