Civile

Scambio d’identità, la banca risarcisce

di Selene Pascasi

La banca è responsabile, in solido con chi emette assegni a vuoto tratti da un conto corrente aperto a falso nome, se la fotocopia del documento acquisita è poco leggibile. Infatti, omettendo i più elementari controlli legati al rischio di rilasciare un libretto a persona diversa da quella erroneamente identificata, l’istituto viene meno all’obbligo di far uso di un grado di diligenza commisurato alla natura dell’attività esercitata. Lo puntualizza la Corte d’appello di Napoli, con la sentenza 3539 del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?